News

 

16/06/2017
Asso Intrattenimento firma convenzione con Linea Più S.p.A. - Intensi sconti sulle forniture di Energia e gas naturale per tutti gli associati

Cari Colleghi, la nostra Associazione, sempre attenta all’economia delle aziende associate,  ha sottoscritto un accordo con uno dei principali fornitori privati di energia che prevede forti riduzioni di prezzo.

Il testo della convenzione è on line sul nostro sito nella sezione “Convenzioni”.

Chi volesse fruire degli sconti ottenuti contatti la nostra segreteria al n. 0372 800247.

Buon lavoro.

Il Presidente

Luciano Zanchi


Allegati:
- ASSO INTRATTENIMENTO accordo con LINEA PIU SPA.pdf 


15/06/2017
Rivista HAPPY HOURS Giugno 2017
E’ stato pubblicato sul sito il nuovo numero della nostra rivista HAPPY HOURS, potrete visualizzare o scaricare la rivista cliccando qui

Allegati:


04/04/2017
CIRCOLI PRIVATI – L’INERZIA DELLE ISTITUZIONI
Ormai, come si evince chiaramente anche dagli articoli di cronaca apparsi in questi giorni sulle principali testate giornalistiche - a commento del folle gesto verificatosi a Brescia la mattina del primo aprile e in cui ha perso la vita un giovane di 21 anni - i circoli privati sono a tutti gli effetti divenuti sinonimo di discoteca.
Ciò rappresenta un pessimo errore e un sintomo gravissimo di come, anche nella società civile, le regole del diritto non abbiano più alcuna forza pregnante ma rappresentino una formula vuota del tutto superata.
Per chi come AssoIntrattenimento si trova, da anni, in prima linea a combattere l’abusivismo (migliaia sono le nostre denunce inviate alle competenti autorità su tutto il territorio nazionale) questo ulteriore evento drammatico potrebbe essere inteso come l’ennesima sconfitta di un duro lavoro che, senza forzate pubblicità e protagonismi, si svolge in un silente impegno quotidiano.
Astenendosi da qualsiasi intento strumentale e demagogico in ordine alla tragica morte di un giovane ragazzo, è nostra volontà, ancora una volta, ribadire come i circoli privati siano, nei fatti e con la complicità delle istituzioni preposte al controllo del territorio,  luoghi che sfuggono a tutte le regole previste dall’ordinamento in materia di trattenimenti e pubblico spettacolo.
In tutta Italia, sono migliaia le attività svolte da c.d. circoli privati che, sotto la maschera della cultura e dell’associazionismo, più o meno riconosciuto, svolgono vere e proprie attività commerciali creando delle voragini di illegalità nel mondo dei locali notturni e producendo una concorrenza sleale ai veri imprenditori che noi rappresentiamo e che gestiscono le vere discoteche (ossia il luogo in Italia forse più controllato e regolato dalle autorità a fronte di un miriade di prescrizioni e norme giuridiche).
Riteniamo che, forse, sia giunto finalmente il momento in cui le amministrazioni locali e le autorità  nazionali inizino ad ascoltare la nostra voce  cambiando la politica del dire in quella del fare.
Il Presidente
Luciano Zanchi

Allegati:


24/03/2017
VOUCHER – STRUMENTI LEGALMENTE UTILIZZABILI DALLE AZIENDE, IN SOSTITUZIONE
Voucher –  Strumenti legalmente  utilizzabili dalle Aziende, in sostituzione.
A cura dell’ avv. Nicola Soliani

Come già precisato nel Comunicato emanato dal Presidente  Zanchi, il Decreto Legge 25 del 17 Marzo scorso ha abrogato integralmente l'istituto del lavoro accessorio, ovvero i rapporti lavorativi saltuari retribuiti attraverso i voucher.
Le successive circolari ministeriali hanno chiarito come sia stato previsto un periodo transitorio con termine il 31 Dicembre 2017, durante il quale sarà permesso l'utilizzo dei voucher acquistati prima del 17 Marzo seguendo le stesse modalità e tempistiche di attivazione previste prima della pubblicazione del suddetto Decreto Legge.
Tutti i datori di lavoro, ed in particolar modo quelli operanti nel nostro settore, si sono posti la medesima domanda: come poter  regolarizzare d'ora in avanti i lavoratori prima retribuiti tramite voucher?
Alla data in cui sto scrivendo non esiste nel nostro ordinamento legislativo uno strumento equiparabile al lavoro accessorio, ovvero che permetta alle azienda di utilizzare lavoratori senza doverli preventivamente assumere, stipulare con loro un regolare contratto di lavoro e predisporre mensilmente il cedolino paga relativo al lavoro svolto, con i connessi oneri contributi.
Le soluzioni contrattuali oggi applicabili prevedono tutte le formalità e gli adempimenti connessi ad un normale rapporto di lavoro subordinato.
Prima il Job Acts e oggi il succitato Decreto Legge 25 hanno estremamente ridotto le tipologie contrattuali tra cui un'azienda può scegliere al momento di instaurare un nuovo rapporto lavorativo.
Focalizzando la nostra attenzione solo su soluzioni attuabili e confacenti alle peculiarità del settore delle discoteche e dei locali notturni, mi sento di consigliare ai nostri associati di stipulare con i lavoratori prima retribuiti a voucher dei contratti di lavoro intermittente (cd. "a chiamata") o alternativamente dei contratti di lavoro con part-time verticale a tempo determinato.
Tali soluzioni appaiono come quelle meno vincolanti e meno onerose per le aziende del settore, le quali così facendo,  pur dovendo supportare costi superiori a quelli prima sostenuti con i voucher, potrebbero comunque soddisfare le proprie esigenze organizzative e lavorative.
In ogni caso il dato certo dell'intera questione è che l'abrogazione del lavoro accessorio ha eliminato lo strumento più utile alle nostre aziende per la regolarizzazione di quei numerosi rapporti lavorativi caratterizzati da saltuarietà e occasionalità, che da sempre caratterizzano il nostro settore.
Mi unisco al pensiero del Presidente auspicando che il Governo predisponga, nel minor tempo possibile, delle valide alternative che possano concretamente aiutare gli imprenditori nella già difficile gestione e organizzazione delle proprie aziende.

Allegati:


  | Totale pagine 20 - Pagina 1 | successiva »

 


SEDE LEGALE - Via Tosarelli, 360 - 40050 Villanova di Castenaso (BO) - Tel. 051 781607 - Fax 051 780455
SEDE OPERATIVA - Via Massarotti, 21/B - 26100 Cremona (CR) - Tel. 0372 800247 - Fax 0372 800248
© Asso Intrattenimento - C.F.: 02402271205 - Tutti diritti riservati e vietata la riproduzione anche parziale